La cheratina nelle extension

La cheratina è una proteina a struttura quaternaria ricca di zolfo, prodotta naturalmente dai cheratinociti, cellule presenti nello strato più esterno del derma, e rappresenta il costituente primario di unghia e capelli, oltre a svolgere funzioni strutturali e protettive per la pelle.

La cheratina viene utilizzata nell’applicazione delle extension come collante naturale: essendo infatti la componente costitutiva delle fibre capillari, è in grado di unire il capello originario alla ciocca posticcia, senza traumatizzare la chioma con trattamenti chimici che potrebbero alterarne la struttura.

Il parrucchiere applica dei dischetti distanziatori appositi, che permettono di lavorare in sicurezza su ciascuna ciocca, e tramite l’uso di un’apposita pinza riscaldata a 170°C, scioglie la cheratina sintetica che viene modellata sui capelli stessi, ad una distanza di circa 1,5 cm dalla cute in modo da lasciar cadere in modo naturale la ciocca, ed evitare indolenzimenti del cuoio capelluto durante i primi giorni dal trattamento. I capelli sono immersi totalmente nella cheratina, che asciugando si indurisce, rendendo solidi i capelli e creando una ciocca robusta e resistente, in grado di contenere al suo interno un’ampia quantità di capelli. Le ciocche così applicate si integrano perfettamente ai propri capelli, hanno un aspetto del tutto naturale e si possono raccogliere e acconciare a proprio piacimento senza che si noti l’applicazione delle extension. Inoltre la cheratina ha una piccola scanalatura che permette un taglio preciso, permettendo di ottenere da una singola ciocca due più sottili.

extensionacheratina

Sono anche particolarmente resistenti, perché la cheratina è in grado di assorbire l’acqua, resiste a tutti gli stress meccanici (piastra, pettinatura), atmosferici (piscina, vento, mare) e chimici (shampoo, permanenti, colorazioni). Per garantire una perfetta tenuta dell’applicazione, la cui durata varia dai 2 ai 6 mesi, è necessaria una buona manutenzione: lo shampoo va fatto almeno 3 volte la settimana, è necessario applicare periodicamente delle maschere, e particolare attenzione va posta alla spazzolatura, per evitare la formazione di nodi.

Quest’ultima va effettuata con maggiore frequenza, attraverso una spazzola apposita, fabbricata con setole corte dure e setole lunghe morbide, da passare anche sulla cute, abbinandola almeno mensilmente ad una seduta dal parrucchiere, che provvederà a rimuovere i capelli eventualmente impigliati nella cheratina.

Le extension alla cheratina possono poi essere rimosse in pochi istanti, con estrema facilità e senza traumi aggiuntivi per il capello, attraverso l’uso di uno specifico fluido depolimeratore, che può essere applicato manualmente o tramite un apposito remover, nei punti di saldatura delle ciocche.

Category: Extension capelli

Tags: , , , , ,

- August 2, 2013